FAQ #Ortodonzia #Pediatrica

Domande frequenti dentista lecce

Cos’è l’ortodonzia intercettiva precoce (1° fase)?

È l’Ortodonzia, definita della prima fase, eseguita durante il periodo della dentatura mista(presenza contemporanea di denti da latte e denti permanenti), solitamente tra i 5 e i 9 anni. Essa si occupa proprio di correggere le forze muscolari, in particolare della lingua, che possono influire negativamente sullo sviluppo armonico delle ossa mascellari tramite l’utilizzo di apparecchi ortodontici mobili (funzionali) e mediante specifici esercizi che insegnano a correggere i movimenti della lingua e della muscolatura periorale (terapia miofunzionale).

È in questa specifica fase che risulta indispensabile la stretta collaborazione con gli altri specialisti come il logopedista, l’osteopata e l’otorinolaringoiatra perché l’unione di questi differenti approcci consentono di pervenire alla più completa e definitiva correzione di ogni alterazione funzionale. L’Ortodonzia intercettiva si rivela, dunque, basilare per predisporre un corretto rapporto tra le arcate dentarie e consentire la creazione di spazi idonei all’allineamento dentale, eliminando quelle interferenze muscolari che in futuro ostacolerebbero i trattamenti ortodontici.

Il trattamento ortodontico pediatrico (2° fase)

Poco prima del completamento della permuta dentaria, quando necessario, si inizia il trattamento ortodontico che ha l’obiettivo di allineare i denti mediante apparecchiature fisse (brackets) di vario tipo, personalizzate nei piani di cura e nella durata temporale. Per i pazienti che si sono già sottoposti ai trattamenti di ortodonzia intercettiva, il trattamento ortodontico sarà facilitato.

Per i genitori: riconoscere alcuni segnali di allarme e prevenire

Alcuni atteggiamenti infantili dei bambini possono orientare i genitori nella scelta di un incontro con l’ortodontista.
Spesso si tratta di quelle che comunemente sono definite “abitudini viziate” che, se prolungate nel tempo, influenzeranno negativamente lo sviluppo della bocca dei bambini:

Nei più piccoli:

  • usare il ciuccio oltre i 3 anni
  • succhiare il dito oltre i 2 anni
  • utilizzare il Biberon oltre i 5 anniNei più grandi: 
  • mordere la penna
  • mangiarsi le unghie
  • mettere in bocca oggetti
  • mordersi il labbro

Altre cose che i genitori possono notare:

  • la respirazione orale
  • disagi nell’articolazione delle parole e nella deglutizione
  • il russamento o dispnee notturne
  • le labbra tenute sempre aperte